REPORTS MISSIONI IN CAUCASO

Un click sulle descrizioni per leggere i resoconti del ProgettoKavkas

Descrizione Report
NOVEMBRE 2009: IL CAUCASO E L’OSTINAZIONE DELL’INGERENZA
Le diverse missioni, susseguitesi negli ultimi anni mi hanno messo di fronte ad una realtà difficile da interpretare ed a cui si affiancano problemi logistici che, volutamente o conseguenti alla effettiva complessità presente, pongono barriere subentranti al fine di ostacolare quelle forme di cooperazione o di interventi umanitari in cui la presenza straniera osi porsi in condizioni di reciprocità o di coerenza progettuale.
REPORT MISSIONE CAUCASO NOVEMBRE 2009: IL PAESE DELLE APPARENZE
C’è qualcosa che unisce Vladikavkaz, Nazran, Grozny? In 200 km. tre repubbliche, tre presidenti diversi, tre etnie maggioritarie diverse.
REPORT MISSIONE CAUCASO MARZO-APRILE 2009: IL CAUCASO E IL GRANDE FRATELLO
Avrei tutte le occasioni per essere soddisfatto da questa ultima missione nel Caucaso. Siamo finalmente riusciti ad andare a Tarskoe, nel distretto conteso fra ingusci ed osseti, dopo aver rischiato la “deportazione” 18 mesi fa per averci messo piede senza autorizzazione.
REPORT MISSIONE CAUCASO MARZO 2008: LA NUOVA CECENIA
La voglia di ricostruzione, di riprendere a progettare, di investire anche nella speranza del futuro è, al momento, più forte della voglia di indipendenza, dell’analisi politica, dell’elaborazione civile del conflitto e dei suoi massacri, della negoziazione culturale che sappia anticipare e prevedere, almeno nel medio termine, un destino del soggetto politico Cecenia.
REPORT MISSIONE CAUCASO DEL NORD NOVEMBRE 2007
GROZNY: ANDATA E RITORNO di M.Bonfatti
Inafferrabile e persistente. Nebbia che non è nebbia. Polvere che non è polvere. Ma la vista è appannata mentre si percorrono le strade di Grozny, mentre la macchina corre veloce ogni giorno da Shali (dove siamo ospiti da Iliaz) alla capitale della Cecenia.
REPORT MISSIONE CAUCASO DEL NORD 27 MARZO / 01 APRILE 2007
Missione resasi improvvisamente necessaria per sbloccare i problemi legati alle iniziative del convegno “Donne ferite, donne di pace” previsto per il 28 aprile a Vercelli e all’accoglienza interetnica dal Prigorodni Rion prevista per l’estate.

REPORT MISSIONE IN CAUCASO DEL NORD A DICEMBRE 2006
Al confine fra il giorno e la notte, quando le montagne ancora più imperiose si stagliano e si appiccicano nel cielo dell’orizzonte, il prolungarsi delle ombre degli alberi, delle case, dei cani randagi e degli uomini regala palpitazioni di angoscia ai nostri poveri cuori occidentali in questa terra
REPORT MISSIONE BESLAN, NOVEMBRE 2005
Primi di novembre 2005. Uniformemente grigio questo cielo sul Caucaso del Nord: senza sole e senza lacrime. Triste richiamo alle vicende che dalla vicina Cecenia ci accolgono in questo ancora sovietico albergo di Vladikavkaz, dall’omonimo nome.
REPORT MISSIONE BESLAN, MARZO 2005
La delegazione che si è recata a Beslan era composta da Chiara Ceolin (“Psicologi per i popoli”), Giampaolo Viola (“Un ponte sulle risaie”) e Massimo Bonfatti (“Progetto Humus”). Gli scopi della missione sono stati quelli di definire la campagna di accoglienza dei bambini di Beslan

:. TORNA A: INDICE “IL PROGETTO”